Inter, con Lukaku parti sempre sull'1-0

Inter, con Lukaku parti sempre sull'1-0

INVIATO AD APPIANO - Romelu Lukaku non vuole fermarsi. Dopo un 2019-20 su grandi livelli con 34 reti segnate (tante quante il Fenomeno Ronaldo nel 1997-98), il belga non ha intenzione di rallentare il suo ritmo realizzativo e nelle prime 5 gare ufficiali del 2020-21 è già arrivato a quota 6 gol. Ieri sera contro il Borussia Mönchengladbach ha firmato la prima doppietta stagionale e ha battuto il portiere avversario per il nono incontro di fila tra Europa League e Champions. Il record di Cristiano Ronaldo (11) ormai è un passo e Big Rom proverà a centrarlo nella prossime due trasferte sui campi di Shakhtar Donetsk e Real Madrid. Prima però c’è il match di sabato a Genova contro la formazione di Maran: in un momento di grande difficoltà a livello di assenze, Conte si affiderà ancora al suo gigante e spera che Lukaku non lo tradisca. Anche in questo primo scorcio di 2020-21 qualche errore sottoporta lo ha fatto (vedi il derby…), ma il suo peso nell’economia della squadra è comunque grandissimo. Romelu si è preso l’Inter sulle spalle e l’investimento fatto per averlo (65 milioni più 10 di bonus) si è rivelato un grande affare. Vanno riconosciuti i meriti del tecnico pugliese che gli ha permesso di vivere la migliore annata sotto il profilo realizzativo della sua carriera, ma è innegabile comunque la cresciuta di questo ventisettenne che nelle due partite di ottobre con la nazionale ha segnato 3 gol salendo a quota 55 con la maglia del Belgio. Non ha intenzione di fermarsi e l’Inter messa alle corde dal Covid spera che Lukaku le dia la spinta per uscire da questo momento difficile.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: