Inter, Conte: “Scudetto? Siamo al 95%, vittoria che vale 9 punti“

Inter, Conte: “Scudetto? Siamo al 95%, vittoria che vale 9 punti“

MILANO - Dopo due pareggi consecutivi TORNA AL SUCCESSO L’INTER che a San Siro supera il Verona e compie un altro passo verso lo scudetto. SODDISFATTO ANTONIO CONTE che al termine del match si sbilancia: “NELLA CORSA DELL’ESULTANZA VEDO IL 95% DELLO SCUDETTO. Una corsa importante perchè una vittoria contro una squadra forte che è venuta a giocare la sua partita. VINCERE QUESTA PARTITA VALE NON 3, NON 6, MA 9 PUNTI”. La capolista allunga e si porta a +13 da Milan e Juve, rossoneri con una partita in meno, ma il tecnico nerazzurro è consapevole che bisogna restare concentrati: “Arrivati a questo punto il pallone inizia a pesare, come ribadisco sempre ho tanti calciatori che per la prima volta si trovano in questa condizione di classifica. Abbiamo fatto bene con Napoli e Spezia, avevano detto che ci eravamo fermati ma non era così. Oggi abbiamo giocato la nostra partita, nelle occasioni uno contro uno con il portiere pesa proprio questa condizione di classifica alla quale molti non sono abituati”.

INTER-VERONA 1-0: DECIDE DARMIAN, CONTE A +13 DA MILAN E JUVE

CONTE: “LA DIFESA? RIVEDO LA BBC AGLI INIZI CON LA JUVE”

Antonio Conte elogia anche la SUA DIFESA CON SKRINIAR, DE VRIJ E BASTONI E AVANZA IL PARAGONE:”Vincere quest’anno significa mettere nella testa di questi calciatori di essere vincenti, noi abbiamo un ruolino costante, a volta fatichiamo di più a volte di meno, ma stiamo tenendo il piede sull’acceleratore. LA DIFESA? VEDO TANTE SIMILITUDINI CON L’INIZIO DEL PERCORSO CON BARZAGLI, BONUCCI E CHIELLINI. QUANDO HO INIZIATO ALLA JUVE ANCHE LORO ERANO RAGAZZI CHE NON AVEVANO VINTO NIENTE e quindi vedo molte similitudini con questi ragazzi che ho oggi. Se iniziano a vincere anche loro avranno più consapevolezza, più autostima. Barzagli, Bonucci e Chiellini erano vergini quando li ho presi io, sicuramente stiamo parlando di campioni che hanno delle grandi basi. Al Chelsea era diverso perchè avevo già dei calciatori vincenti”.  [Segna Darmian, Verona ko: grande festa dell’Inter in campo] Guarda la gallery Segna Darmian, Verona ko: grande festa dell’Inter in campo

CONTE: “I VINCENTI NON POSSONO ESSERE LEGGERI”

“IN QUESTI DUE ANNI ABBIAMO LAVORATO TANTO ANCHE AL DI FUORI DEL CALCIO, abbiamo lavorato sulla testa perchè era da tantissimo tempo che l’Inter non si trovava ad essere competitiva. LO SCORSO ANNO LA FINALE DI EL, QUEST’ANNO SIAMO VICINI ALLO SCUDETTO. I ragazzi sanno che a volte sono pesante, ma ho trovato raramente dei vincenti che riescono ad essere leggeri. Il percorso che indichi richiede voglia e sacrificio e tante rinunce, quanti sono disposti a fare questo? Chi propina questo a volta non viene visto bene, ma poi si viene a creare un gruppo che vede che la guida è quella giusta. Io dello Scudetto ho sempre parlato, un allenatore del mio livello non può pensare di accontentarsi. Quando ho firmato per tre anni pensavo di avere solo l’1% di possibilità di vincere, ma io punto sempre al massimo. Mi rendo conto che i media la gente si apsettino sempre tanto da me, e se non vinci poi è un problema”.

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/inter/2021/04/25-81123872/inter_conte_scudetto_siamo_al_95_vittoria_che_vale_9_punti_/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: