Lukaku: “Io tra i 5 migliori al mondo“

Lukaku: “Io tra i 5 migliori al mondo“

MILANO - Romelu LUKAKU parla a France Football. A due giorni dalla sfida di mercoledì contro lo SHAKHTAR DONETSK è uscita l’intervista che il belga ha rilasciato al giornale francese e l’ex United ha parlato di molti argomenti legati a se stesso e all’INTER. L’intervista integrale verrà pubblicata domani mattina da FRANCE FOOTBALL che comunque ha anticipato qualche stralcio oggi on line.

MI CAPISCONO TUTTI - “A volte - ha spiegato Lukaku - devi saper lavorare per la squadra, mostrando umiltà, senza per forza raccoglierne direttamente i frutti, soprattutto quando senti che non è il “tuo” giorno in fatto di finalizzazione. Per quanto riguarda gli spettatori, credo che ormai quasi tutti percepiscano questa intelligenza che ho nel capire il gioco e questo mi rende davvero super felice (…). Le persone si stanno rendendo conto che sto pensando quando gioco, cercando di sincronizzarmi con il resto della squadra. Qui a Milano lo capiscono tutti, sia i tifosi sia i compagni. Devo anche ringraziare quest’ultimi che hanno capito che tipo di giocatore fossi fin dall’inizio”.

VITTORIA PRIMA DI TUTTO - “In Italia la vittoria viene prima di tutto. C’è una grande differenza nell’approccio delle partite tra qui e l’Inghilterra anche perché si tratta di due campionati diversi. Io mi concentro esattamente su quello che devo fare perché tatticamente non devo sbagliare né la mia posizione né i movimenti. Non deve mai succedere”.

IO NEI TOP 5 - “Negli ultimi cinque mesi sono stato uno dei primi 5 marcatori al mondo! Ci sono giocatori che hanno segnato più gol ma … non voglio dare la classifica. Io però sono uno di loro”. [Lukaku immarcabile: super doppietta che fa sperare Conte] Guarda la gallery Lukaku immarcabile: super doppietta che fa sperare Conte[Lukaku, l’oro di Conte] Guarda il video Lukaku, l’oro di Conte

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/inter/2020/12/07-77160967/lukaku_io_tra_i_5_migliori_al_mondo_/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: