Inter-Venezia 2-1: Henry illude, Barella pareggia, Dzeko decide al 90'

Inter-Venezia 2-1: Henry illude, Barella pareggia, Dzeko decide al 90'

Ha dovuto sudare fino al 90’ l’INTER per conquistare in casa i tre punti contro un VENEZIA organizzato e coraggioso, evidentemente inferiore alla corazzata nerazzurra, ma tenacemente in partita fino al triplice fischio dell’arbitro. Per la squadra di Inzaghi è stata una gara in salita dal 19’, ovvero dall’incornata di HENRY che stravolge subito il copione previsto. BARELLA, avventandosi su una ribattuta di Lezzerini, riesce però a pareggiare prima dell’intervallo. Il secondo tempo è un monologo interista, ma i ragazzi di Zanetti resistono fino al colpo di testa di DZEKO al 90’ che li condanna definitivamente sul più bello. Con questa vittoria INZAGHI VOLA A 53 PUNTI e (con una partita in meno) tiene il MILAN a meno cinque. [Il contatto fra Dzeko e Modolo sul gol dell’Inter che fa infuriare il Venezia] Guarda la gallery Il contatto fra Dzeko e Modolo sul gol dell’Inter che fa infuriare il Venezia

HENRY DI TESTA, BARELLA DI PREPOTENZA

I primi episodi degni di nota del match arrivano al 9’ e al 15’: prima una girata di DZEKO impensierisce più del previsto LEZZERINI che blocca la sfera solo in due tempi; poi il primo squillo ospite di OKEREKE, che calcia male al termine di una ripartenza. Il copione sembra già scritto, con l’Inter a pressare e il Venezia a sfruttare soltanto eventuali possibilità di contropiede. All’improvviso, il colpo di scena: al 19’ HENRY di testa beffa Handanovic e firma lo 0-1. Subito dopo il vantaggio, VACCA si fa male ed è costretto al cambio: al suo posto dentro FIORDILINO. Gli ospiti comunque prendono coraggio e costringono al cartellino giallo in due minuti prima BARELLA e poi BASTONI. Al 36’ ci prova LAUTARO a pareggiare, ma il suo tiro finisce alto sopra la traversa. Invece l’1-1 arriva quattro minuti dopo: PERISIC calcia al volo da ottima posizione, LEZZERINI smanaccia, BARELLA è reattivo e ribadisce in rete. Seguono polemiche per un fallo di DZEKO ad inizio azione (MODOLO ne porterà per giorni i segni sul volto), ma l’arbitro Marchetti conferma la rete e ammonisce Lezzerini. Poco prima dell’intervallo, altro episodio: check del Var per un potenziale rigore, poi non concesso, ai nerazzurri. Dopo un cartellino giallo a Modolo (oltre al danno la beffa) si chiude un primo tempo molto nervoso. [Il volto tumefatto di Modolo dopo il contatto con Dzeko fa discutere sui social] Guarda la gallery Il volto tumefatto di Modolo dopo il contatto con Dzeko fa discutere sui social

DZEKO AL 90’ REGALA I TRE PUNTI AD INZAGHI

Ad inizio ripresa DIMARCO sostituisce l’ammonito Bastoni. Al 58’ un colpo di testa di DE VRIJ non viene trattenuto da LEZZERINI, DZEKO si avventa sulla palla e viene travolto dal portiere: l’Inter chiede il rigore, ma anche in questo l’arbitro è di diverso avviso. Al 65’ doppio cambio per Zanetti: fuori Tessmann e Cuisance, dentro PERETZ e KIYINE. Quest’ultimo viene subito ammonito per un intervento su Barella al limite dell’area: la punizione la batte DIMARCO che mira il secondo palo dove lo aspetta Lezzerini. Inzaghi richiama in panchina l’ammonito Barella, l’evanescente Lautaro e Darmian dando spazio a VIDAL, SANCHEZ e DUMFRIES. Come ad inizio primo tempo si riprende a giocare ad una sola porta, quella veneta. Altri due ammoniti in due minuti: CALDARA e DE VRIJ. Zanetti ci crede e all’82’ manda in campo NANI e SIGURDSSON al posto di Okereke e Henry; Inzaghi risponde con VECINO al posto di Brozovic. Ad un passo dall’impresa i sogni degli ospiti vengono bruscamente interrotti da DZEKO che svetta in area al 90’ e con un preciso colpo di testa regala i tre punti ai suoi.

INTER-VENEZIA 2-1: STATISTICHE E TABELLINO [L’Inter vince all’ultimo respiro. Dzeko regala la vittoria contro il Venezia] Guarda la gallery L’Inter vince all’ultimo respiro. Dzeko regala la vittoria contro il Venezia

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/2022/01/22-89136515/inter-venezia_2-1_henry_illude_barella_pareggia_dzeko_decide_al_90/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: